I vini bianchi Toscani

vini-toscani

Oltre ai famosissimi rossi, anche per i bianchi la Toscana propone una selezione di vini pregiati e di grande tradizione, prodotti con uve coltivate in varie parti della regione e caratterizzati da eccellenti standard qualitativi.

Vini bianchi Toscani famosi

– Ansonica Costa Argentario
Derivante da vitigni autoctoni coltivati principalmente sui territori in provincia di Grosseto tra Capalbio e Orbetello, l’Ansonica è caratterizzato da un colore giallo paglierino con riflessi dorati e da un aroma fruttato di pesca e albicocca mature. Al palato si presenta decisamente asciutto, armonioso, morbido e avvolgente, con un elegante retrogusto molto persistente di erbe selvatiche. Ideale per accompagnare antipasti e piatti a base di pesce, può essere servito anche come aperitivo.

– Bianco della Val di Nievole
Prodotto con uve di Trebbiano arricchite con Vermentino e Malvasia del Chianti, questo bianco viene realizzato in provincia di Pistoia, e si distingue per un colore giallo chiaro tendente al dorato, con riflessi paglierini e per un bouquet molto gradevole, prevalentemente floreale, con note di erbe selvatiche.
Al palato offre caratteristiche di elegante secchezza, unita a vivacità e brio, anche perché in alcuni casi può avere una tendenza al frizzante.
Si tratta di un vino perfetto per accompagnare antipasti e snack, oppure primi piatti elaborati e pietanze a base di crostacei e pesce alla griglia.

– Candia dei Colli Apuani
Trattandosi di un bianco che può avere caratteristiche di vino secco o amabile, la sua composizione dipende soprattutto dai territori di provenienza delle uve, localizzati soprattutto nella parte settentrionale della Toscana, in provincia di Massa e Carrara.
Dal colore giallo dorato più o meno intenso, il Candia amabile ha una fragranza delicatamente aromatica, mentre quello secco presenta un aroma più intenso e deciso.
Il bouquet nettamente fruttato contribuisce a rendere il sapore particolarmente armonioso e persistente, che, nella versione secca, è molto più pieno e avvolgente e con un deciso retrogusto amarognolo.
Questo bianco si abbina in maniera ottimale a primi piatti e pietanze a base di pesce e ad antipasti magri, oltre che, nella versione amabile, ai tipici dolciumi toscani.

Altri vini bianchi della regione Toscana

– Moscadello di Montalcino
Prodotto con uve Moscato, coltivate nella zona di Montalcino in provincia di Siena, il Moscadello è disponibile nella versione frizzante o ferma.
Il primo tipo ha una spuma fine e vivace, il secondo ha un aspetto giallo paglierino, tendente al dorato.
L’aroma ampio, armonioso e di grande eleganza, offre profondi sentori eterei, la cui potenza dipende dal tasso alcolico.
Al palato garantisce avvolgenti esperienze sensoriali, dolci e aromatiche, che lo rendono un accompagnamento perfetto per qualsiasi tipo di dessert.

– Vernaccia di San Gimignano
Realizzato con uve coltivate in una ristretta zona della regione, tra Pisa, Siena e Firenze, e precisamente nel territorio di San Gimignano, questo famosissimo bianco presenta un colore giallo dorato e una fragranza molto delicata, con note fruttate e minerali.
Il suo sapore decisamente secco garantisce un’armoniosa sapidità che ne condiziona l’impiego come vino da antipasto o da fritture, sia di pesce che di carne.
Le sue caratteristiche organolettiche ne consentono l’utilizzo sia invecchiato che giovane.

– Bianco di Pitigliano
Ottenuto con uve Trebbiano, Malvasia, Cardonnay, Sauvignon e Pinot Bianco, questo vino presenta un colore giallo dorato con riflessi verdastri, ed un profumo molto fresco e delicato.
Al palato offre note morbide, asciutte e avvolgenti, con un gradevole retrogusto speziato.
Ideale per abbinarsi ad antipasti, risotti e pietanze a base di pesce e carne bianca, il Bianco di Pitigliano è perfetto anche con i formaggi di media stagionatura o gli insaccati.

Rinomata per essere la terra di un’eccellente tradizione enologica, la Toscana è caratterizzata da un territorio prevalentemente collinare e da condizioni climatiche particolarmente favorevoli alla coltivazione di uve che stanno conquistando una sempre maggiore fascia di consumatori, attratti dalle loro caratteristiche organolettiche.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi